Guida del franchising

Perché diventare ditta affiliante?

Quali svantaggi presenta il franchising per il franchisor?


Il franchising presenta alcuni problemi, che il franchisor deve affrontare. In particolare:

  1. Scelta del partner nel franchising
    La scelta del futuro partner rappresenta per il franchisor una scelta importante quanto difficile. Grandi sistemi di franchising hanno sviluppato a questo proposito sistemi di selezione molto partcolari. Ogni franchisor serio dispone di dettagliati profili dei franchisee, in base ai quali vengono esaminati i candidati. In questo contesto giocano un ruolo importante soprattutto le caratteristiche personali, le qualifiche, l’esperienza professionale ed i requisiti finanziari. Ogni errore commesso nella scelta può comportare gravi conseguenze per l’intero sistema, che non si risolvono con la semplice cessazione del contratto.

  2. Attuazione nel franchising
    Il franchisor dispone di un limitato potere direttivo e di controllo. Ciò significa che potrà imporre le sue direttive solamente con tanto lavoro di persuasione. E spesso i provvedimenti gestiti dalla centrale sono attuabili solo lentamente. Spesso questo problema si risolve in un dialogo aperto.

  3. Margine di guadagno nel franchising
    Le entrate del franchisor si limitano generalmente alle fee d’ingresso e alle royalties periodiche. Negli accordi di vendita della merce viene aggiunto in parte una maggiorazione per il franchisor. Delle attività proprie sarebbero spesso più redditizie per il franchisor, ma in questo caso dovrebbe anche assumersi i rischi ed i costi di un eventuale insuccesso.

  4. Soluzione di conflitti nel franchising
    In ogni collaborazione possono sorgere malintesi e conflitti di interessi. I successi in un sistema di franchising possono aumentare le potenzialità di conflitto, perché il franchisee riconduce il successo economico al proprio engagement e vede l’assistenza del franchisor come una fastidiosa intromissione. Questi conflitti possono portare a controversie giudiziarie e allo scioglimento degli accordi, se non vi è un’adeguata regolamentazione nella fase iniziale. Bisognerebbe sempre cercare di evitare controversie giudiziarie, perché impiegano tempo, soldi e energie e perché non si può comunque prevedere con sicurezza l’esito di un processo. Franchisor previdenti offrono già procedimenti di conciliazione e di mediazione.

  5. La fine del contratto nel franchising
    La fine di un accordo di franchising è legata a molteplici problemi. Va trovata, infatti, una soluzione valida, che garantisca il futuro dell’azienda, degli oggetti d’arredamento e della merce in magazzino. Bisogna regolamentare, inoltre, eventuali diritti di compensazione e problemi di concorrenza post-contrattuali. Se non si trova una soluzione consensuale, sono possibili ripercussioni negative sugli altri franchisee o sugli interessati al sistema di franchising.
    Una buona reputazione è molto importante per un franchisor, sia per l’acquisizione di nuovi partner, sia per l’esercizio dell’attività. Quindi bisogna sempre tenere in conto delle conseguenze che eventuali danni all’immagine possano causare.

« Tutti i temi sulla guida all´affiliazione

« Tutti gli articoli sul tema "Perché diventare ditta affiliante?"

Cerca il Marchio

Affiliazione - Catalogo
Franchising Automobile
Franchising d'Alimentari
Franchising del Tempo Libero e dei Viaggi
Franchising di Bellezza, Salute e Sport
Franchising di Burotica, Informatica e Telefonia
Franchising di Mobili e Decorazione
Franchising di Moda e Abbigliamento
Franchising di Servizi alla Persona
Franchising di Servizi alle Imprese
Franchising di Servizi per la Casa e per l'Edilizia
Franchising Hotel e Ristorazione
Franchising Vari