Guida del franchising

Perché diventare ditta affiliante?

Programmazione aziendale per l’istituzione di un nuovo sistema di franchising


Il franchising offre alle imprese la possibilità di una rapida crescita del fatturato in cambio di capitale e lavoro proprio limitato. Ma l’istituzione di un nuovo sistema di franchising è molto più complessa di una semplice fondazione o ampliamento di un’impresa . La programmazione mira sa due mercati completamente differenti: il mercato per i prodotti o servizi, che verranno offerti dai franchisee ed il mercato dei nuovi imprenditori, sul quale in Germania concorrono più di 1000 idee di impresa. I franchisor in genere raggiungono la loro zona di utile dopo 2-5 anni. Per l’imprenditore è importante sapere a quanto ammonta il fabbisogno finanziario, quali utili ci si può aspettare e quali rischi corre, prima di decidere di investire denaro nel sistema. Questo sono i punti, ai quali bisogna prestare particolarmente attenzione, quando si istituisce un sistema di franchising:

  • Documentazione della fase pilota
    Il punto di partenza della programmazione aziendale è data dalla documentazione delle esperienze dell’impresa pilota. Gestire almeno un’impresa pilota per un periodo di tempo adeguato è il punto numero 1 dei doveri del franchisor, elencato nel codice d’etica del Deutschen Franchise-Verband (Associazione Tedesca di Franchising). I motivi che hanno determinato il successo dell’azienda pilota sono da identificare e da descrivere dettagliatamente.
  • Calcolo delle entrate
    La programmazione delle entrate prevede un procedimento graduale: Considerando le esperienze dell’impresa pilota si calcolano le entrate future della centrale del sistema partendo dal piano di espansione e dallo sviluppo del fatturato previsto.
  • Calcolo dei costi
    Il punto di partenza per il calcolo dei costi e la definizione dei compiti e delle prestazioni della centrale del sistema nell’assistenza dei franchisee. A ciò si aggiungono i compiti dovuti all’ulteriore sviluppo del sistema. Da qui e dal sopracitato piano di espansione deriva l’infrastruttura necessaria  (spazio richiesto, personale, dotazione aziendale). Nella fase iniziale si dovrebbe cercare di limitare i costi fissi e di comperare i servizi. Ma non si deve risparmiare a discapito della qualità dell’assistenza.
  • Calcolo del fabbisogno finanziario
    Il fabbisogno finanziario dipende dalle infrastrutture della centrale del sistema.
  • Fabbisogno di mezzi aziendali
    Per garantire la liquidità necessaria è indispensabile un’indagine precisa del fabbisogno dei mezzi aziendali. Deve essere un’indagine dinamica sulla base di confronti mensili delle entrate e delle uscite.
  • Previsione di profitto
    La previsione di profitto rappresenta la base definitiva per l’istituzione di un sistema di franchising. Un calcolo realistico del profitto è impensabile, se prima non sono stati risolti adeguatamente i passi precendenti.
  • Organizzazione dei tempi e del lavoro
    L’ultimo passo della programmazione aziendale è dato dall’organizzazione dei tempi e del lavoro necessari per l’apertura del primo punto vendita in franchising. Considerando che esistono dipendenze logiche e cronologiche tra i singoli lavori da eseguire, si consiglia l’utilizzo del critical path method (CPM).

(Fonte: Jens Syring, consulente aziendale)

« Tutti i temi sulla guida all´affiliazione

« Tutti gli articoli sul tema "Perché diventare ditta affiliante?"

Cerca il Marchio

Affiliazione - Catalogo
Franchising Automobile
Franchising d'Alimentari
Franchising del Tempo Libero e dei Viaggi
Franchising di Bellezza, Salute e Sport
Franchising di Burotica, Informatica e Telefonia
Franchising di Mobili e Decorazione
Franchising di Moda e Abbigliamento
Franchising di Servizi alla Persona
Franchising di Servizi alle Imprese
Franchising di Servizi per la Casa e per l'Edilizia
Franchising Hotel e Ristorazione
Franchising Vari