Guida del franchising

Leggi e contratti

Dove sono regolate le basi legali del franchising?


La nascita del Diritto Europeo del Franchising
Solo con l’istituzione della CE è stata creata una codificazione vincolante per il franchising in Europa. I termini di franchising definiti nel regolamento generale di esenzione previsto dalla CE hanno fatto ingresso nel codice d’etica delle associazioni europee del franchising e sono stati applicati regolarmente dalla giurisdizione in casi giuridici riguardanti il franchising.

La regolamentazione, che valeva per tutti i sistemi di franchising attivi a livello europeo, aveva inizialmente solamente lo scopo di esonerare i sistemi di importanza transnazionale dal divieto di cartello del contratto CE. La giurisdizione dei diversi paesi europei, però, la applicava sempre più spesso come direttiva generale per i contratti di franchising. Ancora oggi rappresenta la base per la maggior parte degli accordi in Europa. In questa maniera non solo si è potuto garantire un’applicazione univoca del divieto di cartello, ma anche un’introduzione univoca del sistema di franchising in tutta Europa.

Il regolamento generale di esenzione previsto dalla CE è stato sostituito nel 2000 con il regolamento europeo di esenzione per accordi  verticali di distribuzione, che oltre alla distribuzione esclusiva, l’acquisto esclusivo e la distribuzione selettiva, comprendeva anche il franchising. Nel Aprile 2010 la Commissione Europea ha emanato un nuovo regolamento.

Il contratto di franchising
Per entrare a far parte di un sistema di franchising è necessario stipulare un contratto con il franchisor. In questo contratto saranno stabiliti i diritti ed i doveri delle due parti contraenti.

Il contenuto del contratto è soggetto all’autonomia privata, vale a dire, che le parti possono negoziare liberamente i dettagli contrattuali. In genere in franchisor fa avere all’interessato una prima stesura del contratto – preparato ed esaminato da specialisti - con tutti gli allegati.

L’esame dell’abbozzo ed un’adeguata consulenza giuridica da parte di un avvocato specializzato in franchising dovrebbe garantire l’eliminazione di eventuali vizi giuridici. Inoltre, dovrebbe garantire che gli interessi del franchisee vengano considerati nella stesura finale del contratto.

Il contratto di franchising stabilisce le condizioni per una lunga collaborazione tra franchisor e franchisee e viene quindi considerato dal punto di vista giuridico come rapporto obbligatorio di durata.

« Tutti i temi sulla guida all´affiliazione

« Tutti gli articoli sul tema "Leggi e contratti"

Cerca il Marchio

Affiliazione - Catalogo
Franchising Automobile
Franchising d'Alimentari
Franchising del Tempo Libero e dei Viaggi
Franchising di Bellezza, Salute e Sport
Franchising di Burotica, Informatica e Telefonia
Franchising di Mobili e Decorazione
Franchising di Moda e Abbigliamento
Franchising di Servizi alla Persona
Franchising di Servizi alle Imprese
Franchising di Servizi per la Casa e per l'Edilizia
Franchising Hotel e Ristorazione
Franchising Vari